La vita bisogna metterla
in gioco per i grandi ideali

Papa Francesco

19 agosto 2013 - News

Afghanistan. Mauro: valeva e vale la pena esserci saluto ministro a brigata friuli a bologna dopo missione libano

“Valeva e vale la pena essere in Afghanistan”

(DIRE) Bologna, 19 ago. – “Valeva e vale la pena essere in Afghanistan”. Lo ha sottolineato oggi il ministro della Difesa Mario Mauro, rivolgendo il proprio saluto ai militari della  brigata Friuli di ritorno dal Libano. Alla caserma Mameli di Bologna, il ministro e’ stato ricevuto dal comandante Antonio Bettelli, che gli ha anche fatto da guida alla mostra sulla missione di peacekeeping condotta nel tormentato paese
mediorientale.

Per il titolare della Difesa e’ stata l’ occasione anche per fare il punto sulla missione in Afghanistan, spesso sotto il tiro delle critiche. L’ avvertenza e’ che serve altro tempo. “A volte- afferma Mauro a margine della cerimonia- il tempo necessario per il contenimento dei conflitti, che e’ condizione indispensabile per preparare la pace, va abbondantemente al di la’ dei calcoli
politici”.

Di fronte alle truppe, il ministro sottolinea i progressi avvenuti in Afghanistan negli anni della presenza italiana. “Chi ci rimprovera di essere da troppo tempo in Afghanistan dovrebbe ricordare che siamo da vent’ anni in Bosnia, da 34 in Libano, da 15 in Kossovo”, ha affermato a margine dell’ incontro. “Cosa e’ meglio- si chiede retoricamente Mauro- far deflagrare i conflitti e avere 800.000 morti in 54 giorni come in Rwanda, senza intervenire, 8.000 morti come a Srebrenica, senza intervenire, oppure essere pazientemente come forza di interposizione a cercare di ricucire sul territorio le condizioni per il dialogo e per la pace?”.