La vita bisogna metterla
in gioco per i grandi ideali

Papa Francesco

28 dicembre 2013 - News

Mauro: immigrati, cittadinanza in cambio di leva militare

6d7c3498-d34a-4184-9697-c17385adf6d601Medium

(ANSA) – ROMA, 28 DIC – ” Si faccia una piccola modifica alla Costituzione italiana e si dia la possibilità’ agli immigrati di poter entrare nelle forze armate”. E’ la proposta che lancia Mario Mauro, Ministro della Difesa, dalle colonne di Libero. Mauro e’ favorevole a modificare la Bossi-Fini perché’, sottolinea, ” credo che si possa fare molto di più’ dal punto di vista della sicurezza” e anche ” in dimensione umanitaria. E qui torniamo al discorso dei centri che debbono essere coordinati e guidati a livello europeo”. Tuttavia, precisa, ” più’ che di ius soli, in Italia avremmo bisogno dello ‘ius culturae’. Perché’ non facciamo una piccola modifica alla Costituzione in modo da poter consentire a chi arriva in Italia di poter fare parte delle forze armate? Questo naturalmente purché’ abbiano un minimo di requisiti”. ”Bisognerebbe fare come negli Stati Uniti – propone – dove, se si presta servizio nelle forze armate per un certo periodo, si e’ agevolati nel conseguimento della cittadinanza”. ” E’ solo un bene per il nostro Paese che il ministro Kyenge abbia accettato di essere coinvolta nel nostro governo – aggiunge -. E’ l’ esempio di una persona che ha fatto un lungo percorso di integrazione e che ha messo la sua esperienza al servizio del Paese”. Il Ministro analizza la situazione nel sud del Mediterraneo e sottolinea che ” il grosso del flusso di immigrati arriva non più’ solo dalle coste libiche o tunisine, ma anche e soprattutto dall’ Egitto”. Considerando ” che gli scafisti chiedono 3mila euro a persona per il viaggio della speranza” un barcone può’ arrivare ad avere ” un carico umano del valore di 3 milioni di euro. Questi soldi servono per finanziare non solo le cosche malavitose egiziane, ma anche il terrorismo internazionale. Ecco perché’ il rischio non riguarda solo l’ Italia, ma l’ Europa intera”.