La vita bisogna metterla
in gioco per i grandi ideali

Papa Francesco

19 marzo 2014 - Politica europea

Mauro: “Non ci vergogniamo di chiamarci popolari democratici cristiani”

IMG-20140319-WA0006

TMNews, Roma, 19 mar.  – La scritta Popolari per l’Italia sullo sfondo del tricolore e l’immancabile scudo crociato: è il simbolo con cui i popolari di Mario Mauro e l’Udc di Lorenzo Cesa correranno alle prossime elezioni europee. I centristi lo hanno presentato oggi in una conferenza stampa alla Camera: “Non ci dobbiamo vergognare di chiamarci popolari democratici cristiani – ha detto il senatore Mauro – perché lo spirito democratico cristiano è quello che ha creato l’Europa della prosperità e della pace. Tutte le altre risposte sono state approssimative quando addirittura non sono state ideologicamente sbagliate”.

Questa lista, ha assicurato Mauro, “nasce per portare al Parlamento europeo uomini che credono negli Stati Uniti d’Europa contro il rischio dei populismi e dei nazionalismi”. Secondo il senatore popolare “oggi le ragioni degli euroscettici sono tali perché chi crede nell’Europa non ha saputo dare consistenza alle ragioni della sua battaglia”, si è trasformato in “euro-cretino”. Per questo “abbiamo deciso di mettere da parte ciò che ci divide e valorizzare ciò che ci unisce”. Anche secondo il segretario Udc Cesa “è il momento di unire le forze, in Parlamento lo abbiamo già fatto”. Quanto alle candidature, ha spiegato, “io e Mauro ci saremo e chiederemo a tutti i parlamentari di esserci, di mettersi a disposizione di questo progetto”. Ma Pier Ferdinando Casini, si apprende, non si candiderà. Quanto alle altre forze di centro, Lorenzo Dellai spiega: “Siamo aperti a tutte le forze politiche ma questa proposta non è in attesa di nessuno, siamo partiti”.