La vita bisogna metterla
in gioco per i grandi ideali

Papa Francesco

9 ottobre 2013 - Politica estera

Mauro: confini “esterni” siano confini Europa

fe90d774-dbd8-4d7d-b0a7-e2c58d9bcf3a06Medium

(TMNews)  Dopo la tragedia di Lampedusa e in vista di una possibile riforma delle regole Ue sul diritto d’asilo, il ministro della Difesa Mario Mauro ha chiesto un approccio diverso sui confini dell’ Europa, l’unico in grado di far fare un passo in avanti significativo:  “Si tratta di far comprendere in Europa che i confini della sponda nord del Mediterraneo – Italia, Francia, Spagna, Grecia – sono i confini dell’ Europa”, ha dichiarato il Ministro ai microfoni di Radio Anch’ Io, ricordando che al “nostro interno abbiamo già una dimensione federale dell’ Europa, senza dogane e frontiere”.

Sui malfunzionamenti del Frontex, l’ agenzia europea per la tutela dei confini esterni all’ Ue, Mauro ha spiegato che essi sono dovuti “da un lato a un aspetto operativo, dall’ altro, all’ aspetto tutto politico, che rimanda in ultima istanza al tema spinoso delle politiche d’ asilo”. Secondo il Ministro “il fatto che proprio ieri in Lussemburgo i paesi del Nord Europa abbiano rifiutato di modificare le regole del diritto d’ asilo per aiutare l’ Italia in questa fase, non alimenta l’ ottimismo”.

Per Mauro, tuttavia, “ora il governo italiano ha la possibilità di giocare un ruolo da protagonista, a condizione che sia capace di non disgiungere la gestione dell’ emergenza profughi, dalla necessità di impostare una più chiara politica comune verso i paesi della sponda nord dell’ Africa”.