La vita bisogna metterla
in gioco per i grandi ideali

Papa Francesco

16 dicembre 2013 - Politica estera

Mauro: Italia – Serbia, posto Belgrado è in Europa

9c8601b1-f65b-49a5-88e5-51292033035a03Medium

(ANSA) – BELGRADO, 16 DIC – L’ impegno dell’ Italia a sostegno  dell’ integrazione europea della Serbia è stato sottolineato dal Ministro della Difesa, Mario Mauro, che oggi a Belgrado ha  firmato un accordo di collaborazione in materia di difesa con il  collega serbo Nebojsa Rodic. “L’ Italia ha sempre creduto che il posto della Serbia sia in  Europa”, ha detto Mauro dopo la firma del documento al complesso  di Topcider, quartier generale della Guardia presidenziale  serba. L’ accordo, ha aggiunto il ministro, coincide con una fase molto importante per il futuro europeo della Serbia. “Mi aspetto che il Consiglio europeo nei prossimi giorni si pronunci a favore dell’ avvio del negoziato di adesione con Belgrado”, ha detto Mauro, che in mattinata è stato in visita anche a Pristina, dove ha incontrato le autorità del Kosovo e ha fatto  visita al contingente militare italiano della Kfor, la Forza Nato in Kosovo. In dichiarazioni all’ANSA il Ministro Mauro ha definito “molto importante il contenuto del rapporto sulla Serbia” che l’ Alto rappresentante Ue Catherine Ashton presenterà domani al Consiglio affari esteri dell’ Unione. La Ashton, ha detto, “si spende oltre ogni più rosea aspettativa per l’ adesione della Serbia alla Ue. E vedrei con difficoltà che ora qualcuno si frapponga a ostacolare questo percorso. Comunque l’ Italia con il presidente Letta ha dato ampie assicurazioni in questo senso, assicurando che sarà in prima fila per far capire che il posto di Belgrado è in Europa”. Secondo il Ministro Mauro, la data che la Ashton immagina per l’ inizio del negoziato con la Serbia è  intorno al 21 gennaio. La data in sé, ha osservato, non è la cosa più importante. E’ importante invece il contento molto positivo del rapporto di Catherine Ashton.