La vita bisogna metterla
in gioco per i grandi ideali

Papa Francesco

7 agosto 2013 - Politica estera

Italia – Russia: Shoigu, non piu’ solo assemblaggio mezzi militari ma coproduzione al 50%

Nel colloquio di oggi fra Shoigu e Mauro, Russia e Italia hanno gettato le basi per rilanciare non solo i programmi di cooperazione sospesi

(Adnkronos) – I mezzi blindati Lince e gli elicotteri civili Agusta Westland 139- ma anche progetti per lo sviluppo e la produzione di nuovi mezzi, come un elicottero da trasporto, e quindi la cooperazione industriale nel settore della difesa.

”L’ obiettivo è quello anticipato da Shoigu, ovvero che ognuno dei due paesi produca il cinquanta
per cento delle componenti del mezzo in questione, che non verrà più così solo assemblato in
Russia su licenza della compagnia produttrice italiana”, spiega all’ Adnkronos il Segretario generale
della difesa, Claudio Debertolis, anticipando che Segredifesa e la controparte russa definiranno un
memorandum per stabilire le modalità di questa collaborazione di nuovo tipo.
Memorandum che verrà approvato, aggiunge, in occasione del vertice italo russo in programma a
novembre a Trieste.
Saranno poi le compagnie interessate, nel caso del Lince, l’ italiana Iveco e la russa Kamaz, sulla
base di questo quadro, a discutere i dettagli di un nuovo accordo a questo punto solo industriale.
”Affianchiamo la nostra industria e facciamo un lavoro a quattro molto importante”, spiega Debertolis.