La vita bisogna metterla
in gioco per i grandi ideali

Papa Francesco

21 settembre 2011 - Politica estera

“L’Europa sia interlocutore dell’Egitto nella stesura della nuova costituzione”

“Dopo le rivoluzioni viene il delicato momento della riorganizzazione della convivenza civile e dello stato: la costruzione della democrazia sulla base solida dei diritti umani, della libertà di religione e dei diritti delle minoranze. E’ proprio in questo cruciale momento che si trova l’Egitto oggi, impegnato a riscrivere la propria costituzione”

Bruxelles – “Il messaggio dell’Europa deve essere quello di sapersi proporre come interlocutore in questo fondamentale processo di rinascita, e come interlocutore, deve favorire un dialogo aperto tra la varie componenti della società egiziana”, ha dichiarato Mario Mauro, Presidente dei Deputati PDL al Parlamento europeo, durante l’incontro con Naguib Gobrail è il Presidente dell’Unione Egiziana per i Diritti Umani e Presidente della Corte del Cairo del Nord e con Padre Henri Boulad, prete cattolico, è il Direttore delle Scuole Gesuite in Egitto e Vice Presidente della Caritas Internazionale dei Paesi Arabi oggi a Bruxelles.

Naguib Gobrail è il Presidente dell’Unione Egiziana per i Diritti Umani. Il suo impegno e la sua lotta per la difesa e la tutela dei diritti umani è a 360 gradi: dalle aule di tribunale ai media, con una presenza continua fatta di interventi in molti canali televisivi, in difesa e tutela di numerosissime minoranze contro le discriminazioni quotidiani che si trovano a dover fronteggiare.

Padre Henri Boulad, prete cattolico, è il Direttore delle Scuole Gesuite in Egitto e Vice Presidente della Caritas Internazionale dei Paesi Arabi, a dispetto della sua età continua a viaggiare instancabilmente e a partecipare a dibattiti e confronti per il futuro dell’Egitto e del Medio Oriente.

Naguib Gobrail e Padre Henri Boulad hanno incontrato Mario Mauro ed hanno poi partecipato alla riunione dei Deputati del Gruppo PPE al Parlamento europeo a Bruxelles.