La vita bisogna metterla
in gioco per i grandi ideali

Papa Francesco

2 luglio 2013 - Politica nazionale

Datagate/ Mauro: Posizione univoca, non c’è distonia nel governo

Le valutazioni espresse ieri dal ministro della Difesa Mario Mauro, secondo le quali il rapporto tra Italia e Stati Uniti sarebbero “compromessi” nel caso in cui fosse provata l’attività di spionaggio ai danni dell’ambasciata italiana, non comportano una “distonia” con il governo e “non si collocano all’interno di un giudizio differente dai canali istituzionali che il governo è chiamato a dare”

(TMNews) – Roma – E’ quanto ha detto lo stesso ministro Mauro in un intervento a Radio Anch’ io. L’ atteggiamento che definisce un rapporto tra Stati “o è di fiducia o è di vassallaggio: se c’è fiducia si è alleati, se c’è vassallaggio si è satelliti”, ha spiegato Mauro.

“Nel governo, su questioni di questo tipo di politica estera, c’è una linea di comando ben definita che va dal presidente del Consiglio al ministro degli Esteri”, ha aggiunto. “Le valutazioni che io ho fatto, e continuerò a fare, sono legate non a una distonia con il governo ma a un giudizio culturale, storico e politico. Ma sono anche un tutt’ uno con la posizione che il presidente Letta e il ministro Bonino intendono comunicare in questo momento”, ha insistito Mauro.