La vita bisogna metterla
in gioco per i grandi ideali

Papa Francesco

9 giugno 2015 - Politica nazionale

Lettera di Mario Mauro ai Coordinatori Regionali,provinciali,comunali e a tutti i candidati ‘Popolari per l’Italia’ nelle recenti elezioni regionali e amministrative

mauro_la7-e1400071319163-300x193

Carissimi,

Sento il dovere, innanzitutto, di ringraziare tutti coloro che si sono impegnati a supporto dei nostri candidati alle Regionali e alle Amministrative e di augurare buon lavoro ai nostri tanti consiglieri eletti in questa ultima tornata elettorale. Sicuramente le elezioni hanno costituito un altro importante passo verso un maggiore radicamento territoriale e ci hanno permesso,in modo significativo, di far conoscere maggiormente il nostro tentativo e contemporaneamente di incontrare tanti nuovi amici e simpatizzanti.
Come avete appreso dagli organi di informazione, la Direzione del Partito ha deciso unanimemente di uscire dalla maggioranza di Governo come doveroso atto conseguente alla assoluta impossibilità di incidere sulle scelte di un Esecutivo sempre più monocolore PD e assolutamente sordo a tutto ciò che non risulta funzionale alla solitaria e autoritaria gestione renziana.
Sono convinto che la ripresa di una nostra libertà di azione ci consentirà con più forza e credibilità di perseguire quel disegno aggregativo di tutte le espressioni politiche moderate che intendono, per il bene del Paese, essere sostanzialmente e formalmente alternative a Renzi.
Lo faremo con scelte e proposte adeguate al momento difficile politico, sociale ed economico che viviamo, fuori dagli slogan o dai rissosi dibattiti televisivi: stiamo lavorando a modifiche sostanziali del ddl ‘la buona scuola’ per garantire maggior rispetto per i nostri insegnanti e una piena libertà di educazione per le scuole paritarie. Non ci convincono riforme fatte male e frettolosamente come il ddl ‘Cirinna’ sulle unioni civili come siamo impegnati a sostenere il Referendum ‘No Italicum’,che è un sistema di voto che con pochi voti da’ troppo potere a poche persone. Vogliamo lavorare nell’interesse dell’Italia nel suo contesto Europeo, fuori da egoismi personali o da facili collocazioni individuali.
Abbiamo iniziato un percorso non breve ma dignitoso. Sono sicuro, conoscendo il vostro entusiasmo, che sapremo fare meglio e di più. Alle forze politiche moderate che continuano a sostenere il Governo Renzi e che non hanno voluto seguire questo nostro coraggioso percorso auguro buon lavoro pur non avendo compreso a fondo le vere ragioni di una scelta diversa dalla nostra. Siamo comunque rispettosi di tutti così come esigiamo da tutti rispetto per noi.

In attesa di incontrarvi quanto prima per ragionare collegialmente sulle strategie del partito vi porgo affettuosi saluti.

Sen. Mario Mauro
Presidente Popolari per l’Italia